“Ogni giorno è un buon giorno” di Noriko Morishita

Libro Ogni giorno è un buon giorno Einaudi Cerimonia del te' Giappone

Gli insegnamenti della cerimonia del te’ lungo tutta una vita

L’autrice

Noriko Morishita nasce a Yokohama nel 1956 e si laurea in letteratura giapponese alla Japan Women’s University di Tokyo. Inizia a lavorare come giornalista e saggista e nel 2002 pubblica Ogni giorno è un buon giorno“.

Il libro è un successo internazionale ed un affermato longseller. Nel 2018, il regista Omori Tatsushi ne trae un film, anch’esso di grande successo.

Il libro

Questo libro delizioso, a partire dal formato e dall’illustrazione di copertina, ci racconta in forma autobiografica il rapporto dell’autrice con l’arte della cerimonia del te’, che dura tutta una vita.

E’ negli anni dell’università che Noriko si avvicina quasi per caso – anche se nulla avviene per caso, come ci insegna il libro stesso – alla cerimonia del te’, spinta soprattutto dalla madre e dall’entusiasmo della cugina Michiko. Noriko è un po’ restia perché la sado, la cerimonia del te’, le sembra qualcosa di molto lontano da lei, una cosa vecchia e fuori moda. Non del tutto convinta, comincia a frequentare ogni sabato pomeriggio la casa di “zia Takeda, una vicina di casa che da anni pratica e insegna sado.

A connotare la maestra, solo la frase detta dalla madre di Noriko:

Era un normale inchino, ma era diverso. Quando l’ho vista chinare il capo e dire “Mi chiamo Takeda”, sono trasalita”! Non avevo mai visto prima un inchino così bello.

E l’impressione di Noriko stessa nel vederla la prima volta:

Era una signora dall’incarnato pallido, e mi dava la stessa impressione di soffice vaporosità degli habutaemochi.

Da notare come la maestra di cerimonia del te’ venga associata ad un dolcetto tipico che accompagna il te’ verde: lhabutaemochi

Inizialmente, le lezioni a casa di zia Takeda appaiono quasi criptiche alla giovane Noriko, che spesso sembra non cogliere il senso di quei gesti precisi e meccanici. Ma, settimana dopo settimana, da semplice passatempo del sabato pomeriggio, gli appuntamenti con zia Takeda diventano un momento prezioso ed epifànico in cui comprendere cose prima apparentemente incomprensibili. Il rito, infatti, non si può mai dominare, ma bisogna lasciare che ci insegni.

Il te’ come chiave per la vita

Per Noriko, le lezioni di cerimonia del te’ diventano la chiave per affrontare le sfide che la vita le pone davanti in certi periodi. E’ come se la cerimonia e i suoi valori le venissero in soccorso nei momenti più difficili, aiutandola a superarli con serenità. C’è un vero e proprio nesso tra cerimonia, vita sociale, stagioni, colori, dolci e fiori del momento.

Il libro è suddiviso in 15 capitoli/lezioni che corrispondono alle rispettive epifanie dell’autrice e alle sue fasi di vita.

Uno dei “motti” propri della cerimonia del te’ è “ichi-go ichi-e”: ogni incontro è unico e irripetibile. Motto ripreso nel titolo del libro, che è anche un invito a goderci ogni attimo.

Ogni giorno è un buon giorno


Ogni giorno è un buon giorno. Quindici gioie che il tè mi ha insegnato - Noriko Morishita - copertina

Titolo: “Ogni giorno è un buon giorno”

Autore: Morishita Noriko

Traduttore: Laura Testaverde

Editore: Einaudi

Anno: 2020

Pagine: 248

Prezzo: 16 €



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *