“Un posto tranquillo” di Matsumoto Seichō

un posto tranquillo libro Matsumoto seicho

L’autore

Autore già presente nel catalogo Adelphi con Tokyo Express e La ragazza del Kyushu, Matsumtoto Seichō ha pubblicato questo romanzo per la prima volta in Giappone nel 1972. Ambientato negli anni ’70, è un noir anomalo poiché non c’è un omicidio, né una indagine della polizia, ma è il protagonista che investiga e che ricostruisce i fatti, ossessionato dalla ricerca della verità. 

Giornalista e scrittore, Matsumoto Seichō è un autore molto conosciuto nel suo paese, ha scritto oltre 300 romanzi e numerosi racconti, ed è considerato il maggior rappresentante del giallo giapponese chiamato suiri, giallo psicologico. 

Nato nel 1909, inizia a scrivere racconti di investigazione verso i cinquanta anni; è definito il Simenon giapponese, non solo per lo stile narrativo ma anche perché per entrambi è centrale il fattore umano. E’ scomparso a ottantatrè anni nel 1992.

matsumoto seicho autore giapponese

Trama

Durante una cena tra imprenditori e funzionari ministeriali Tsuneo Asai viene raggiunto da una chiamata da Tokyo: sua moglie Eiko, poco più che trentenne, è morta improvvisamente d’infarto. Eiko era già da tempo malata di cuore eppure le circostanze della sua morte, avvenuta in un quartiere di Tokyo un po’ fuori mano, vicino ad un albergo a ore, gettano un’ombra sulla sua figura timida e riservata. 

Anche se morta per cause naturali, ad Asai sembra strano il luogo del decesso, una profumeria posta in una strada in salita in un quartiere lontano da casa. Che ci faceva sua moglie in quel quartiere? Perché lei, malata di cuore e attenta a non fare sforzi, aveva affrontato quella salita? Chi doveva incontrare? 

Da qui nasce il sospetto che la moglie nascondesse un’altra vita, molto diversa da quella a lui conosciuta. In realtà il loro era un matrimonio tra persone fondamentalmente estranee, basato sulle apparenze, senza condivisione né intimità. 

“Che una donna cercasse di ritrovare la passione ormai svanita dalla sua vita coniugale dandosi a un altro uomo, Asai lo aveva letto nei romanzi, nella posta del cuore delle riviste femminili o nelle lettere ai quotidiani, ma non aveva mai immaginato che potesse capitare a lei.” 

Un uomo tranquillo

Un posto tranquillo è la storia di come una perdita improvvisa e la ricerca di un colpevole porti un uomo tranquillo e irreprensibile a commettere crimini e delitti. 

In questo romanzo ritroviamo i temi cari a Matsumoto Seichō: la vendetta, l’ossessione per un dettaglio inspiegabile, il timore di essere scoperti. 

Scrupoloso funzionario del Ministero dell’ Agricoltura, Asai è terrorizzato di perdere tutto quanto ha faticosamente costruito negli anni. 

“Si era guadagnato quel posto dopo aver superato un difficile esame. Aveva fatto la gavetta, costruendo la sua carriera passo dopo passo. E quando si era reso conto che contestare l’assurdità e l’ingiustizia del sistema non serviva a niente, aveva deciso di competere con i raccomandati lavorando meglio di chiunque altro. Si era impegnato più di tutti, era sempre l’ultimo a lasciare l’ufficio e per oltre dieci anni era stato oggetto dello scherno e della derisione dei colleghi. Aveva studiato leggi e regolamenti fino a sacrificare la propria vita privata (… ) I suoi sforzi non erano stati vani” 

Dopo un’indagine scrupolosa fatta di interrogatori e di sopralluoghi, il protagonista precipita verso l’epilogo della storia, un epilogo beffardo che si rivela solo nell’ ultima pagina. 

Con una scrittura essenziale che rivela una grande conoscenza del comportamento umano, Matsumoto Seichō rappresenta anche in questo romanzo complessità e contraddizioni della società giapponese, le sue complicate convenzioni sociali e l’etica del lavoro.


Un posto tranquillo - Seicho Matsumoto - copertina

Titolo: “Un posto tranquillo”

Autore: Matsumoto Seichō

Traduttore: Gala Maria Follaco

Editore: Adelphi

Anno: 2018

Pagine: 195

Prezzo: 18 €

Per altro di Matsumoto Seichō, leggi Tokyo Express e La ragazza del Kyūshū



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *